Massimario di Diritto Bancario


Forme organizzative della banca

Società bancarie - Consiglieri di amministrazione non esecutivi - Generale dovere di agire informati sulla gestione della società - Responsabilità - Contenuto - Fondamento
L’obbligo degli amministratori di “agire in modo informato” ai sensi dell’art. 2381, ultimo comma c.c., pur quando non siano titolari di deleghe, si sostanzia tanto nell’obbligo di agire per prevenire o eliminare o attenuare le situazioni di criticità aziendale conosciute o conoscibili, quanto nell’obbligo di informarsi affinché la scelta di agire o non agire risulti fondata nella conoscenza della situazione aziendale.

L’obbligo degli amministratori di “agire in modo informato” ai sensi dell’art. 2381, ultimo comma c.c., pur quando non siano titolari di deleghe, è connotato da caratteristiche di particolare incisività per gli amministratori di società che esercitano l’attività bancaria in ragione della responsabilità di natura pubblicistica, di cui gli amministratori sono gravati nei confronti dell’Autorità di vigilanza. (Monica Pereno) (Stefania Lazzaro) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. II, 18 Settembre 2020, n. 19556.


Azienda bancaria cooperativa – Amministratori – Assenza di stabile organizzazione e specifica professionalità – Responsabilità – Sussistenza.
L’assenza di una stabile retribuzione, oltre che di una specifica professionalità, degli amministratori di una piccola banca cooperativa non determina alcuna limitazione ai doveri di diligenza, accortezza e prudenza insiti in quel tipo di attività esercitata e neppure al rispetto della normativa di vigilanza bancaria. (Studio legale Dolmetta, Salomone, Schilirò) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. II, 15 Giugno 2010, n. 14305.