Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6566 - pubb. 10/10/2011

Detenzione di beni in forza di contratto di associazione in partecipazione e legittimazione all'azione di spoglio

Tribunale Milano, 26 Settembre 2011. Est. Anna Bellesi.


Associazione in partecipazione - Possesso dei beni - Detenzione qualificata - Esclusione - Azione di spoglio - Legittimazione - Esclusione.



Il soggetto che utilizzi beni altrui in forza di contratto di associazione in partecipazione non può definirsi né possessore né detentore qualificato di detti beni, dovendosi ritenere tale solo chi detiene nell'interesse proprio, in virtù di un diritto personale e non in relazione all'adempimento di un determinato rapporto obbligatorio. Detto soggetto non potrà, pertanto, esperire l'azione di spoglio. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Giorgio Falini


Il testo integrale