Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8104 - pubb. 19/11/2012

Responsabilità del notaio per tardiva trascrizione della compravendita

Appello Milano, 26 Ottobre 2011. Est. Carla Romana Raineri.


Responsabilità del notaio - Tardiva trascrizione dell'atto di compravendita - Valutazione del ritardo colpevole - Ritardo di tre o cinque giorni - Esclusione.



In tema di responsabilità del notaio per la tardiva trascrizione dell'atto di compravendita, si ritiene che mentre il decorso di un lasso di tempo di tredici giorni potrebbe configurare un ritardo non giustificato, lo stesso non può dirsi di un lasso di tempo che oscilli tra i tre ed i cinque giorni, il quale in nessun modo può configurare un ritardo colpevole, né una negligenza suscettibile di fondare una ipotesi di responsabilità. Una diversa valutazione della congruità del tempo trascorso tra la stipula dell'atto e la sua trascrizione potrebbe essere condotta nell'ipotesi in cui le parti acquirenti avessero espressamente richiesto la trascrizione, oppure nel caso in cui fossero state segnalate ragioni oggettive (ad esempio la precaria situazione economica dei venditori) tali da consigliare un più tempestivo adempimento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale