Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24637 - pubb. 15/12/2020

Destinazione delle somme spettanti agli irreperibili prima della novella dell'art. 117 l.f.

Tribunale Milano, 08 Dicembre 2020. Pres. Irene Lupo. Est. Barbieri.


Fallimento - Creditori che non si presentano o irreperibili - Destinazione delle somme



Nel caso di dichiarazione di fallimento anteriore all'entrata in vigore dell'art. 117, quinto comma, l. fall., nella formulazione introdotta dall'art. 107 del d.lgs. 5/2006, non trova applicazione la disciplina così come innovata, né risulta applicabile la particolare disciplina di cui all’art. 2 del d.l. 13/2008 sul Fondo Unico Giustizia; pertanto, le somme destinate ai creditori che non si presentano o che risultano irreperibili fuoriescono dalla massa attiva fallimentare al momento del deposito e sono sottratte alla disponibilità degli organi concorsuali, rimanendo un tema interno ai rapporti tra creditore non presentatosi o irreperibile e depositario, con conseguente applicazione della prescrizione decennale. (Edoardo Staunovo-Polacco) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Edoardo Staunovo-Polacco



Il testo integrale