Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26316 - pubb. 21/12/2021

Prosecuzione del mutuo ipotecario nel piano del consumatore: è ammissibile anche se la banca ha invocato la decadenza dal termine

Tribunale Bari, 29 Ottobre 2021. Est. Angarano.


Sovraindebitamento - Piano del consumatore - Mutuo ipotecario sull’abitazione principale - Pregressa decadenza dal beneficio del termine - Prosecuzione del rapporto ex art. 8 c.1-ter l. 3/2012 - Ammissibilità

Sovraindebitamento - Piano del consumatore - Mutuo ipotecario sull’abitazione principale - Prosecuzione del rapporto ex art. 8 c.1-ter l. 3/2012 - Pagamento delle rate scadute - Autorizzazione - Termine - Fissazione



E’ ammissibile la proposta di piano del consumatore  la quale preveda la prosecuzione del mutuo ipotecario sull’abitazione principale del debitore, ancorché alla data di deposito della domanda il mutuo risulti già risolto dalla banca.

La prosecuzione del mutuo ipotecario nel piano del consumatore è soggetta al pagamento delle rate scadute, per sorte ed interessi, anche in riferimento al periodo intercorrente dal deposito della domanda all’omologazione e la relativa autorizzazione deve prevedere un termine entro cui effettuare il relativo pagamento. (Astorre Mancini) (riproduzione riservata)

Il commento:
Sovraindebitamento: la prosecuzione del mutuo ipotecario dichiarato risolto dalla banca. Profili sistematici e criticità nella costruzione del piano del consumatore o dell'accordo. (di Astorre Mancini)


Segnalazione dell'Avv. Astorre Mancini, Studio Legale Tentoni, Mancini & Associati di Rimini

mancini@studiotmr.it  
  

Il testo integrale