Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16534 - pubb. 18/01/2017

Il sequestro antimafia dell’intero patrimonio di una società non impedisce la dichiarazione di fallimento

Cassazione civile, sez. I, 12 Gennaio 2017, n. 608. Est. Ferro.


Fallimento – Misure di prevenzione antimafia – Compatibilità tra le due procedure



Le due procedure del sequestro preventivo antimafia e del fallimento si fondano su presupposti differenti, tra cui - quanto al fallimento - l'insolvenza, i requisiti soggettivi temporalmente determinati, la non cessazione dell'attività: tutte circostanze il cui accertamento non è ripetibile in epoche diverse, risultando pertanto irrazionale una posticipazione della tutela dei creditori a fronte di un interesse pubblico (tutelato dal sequestro in questione) che può nel frattempo divenire recessivo.

Nel caso di specie, la S.C. ha confermato la decisione della corte di merito che aveva respinto la richiesta di revoca del fallimento di una società il cui intero patrimonio era stato sottoposto a misura di prevenzione antimafia. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale