Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26163 - pubb. 12/11/2021

Legittimazione del singolo amministratore alla impugnazione della delibera di revoca invalida

Tribunale Roma, 22 Febbraio 2021. Pres. Di Salvo. Est. Romano.


Società – Revoca dell’amministratore – Delibera invalida – Impugnazione – Legittimazione dell’amministratore – Consiglio di amministrazione



Nell’ipotesi di delibera di revoca invalida, l’amministratore revocato potrà impugnare la deliberazione a tutela della legalità societaria; infatti, se è vero che l’assemblea può revocare l’amministratore in qualsiasi momento, è anche vero che la relativa deliberazione deve essere presa secondo le procedure di formazione di tutte le deliberazioni assembleari e che l’interesse ad una corretta formazione delle decisioni degli organi societari costituisce un interesse diretto (non solo per lo stesso amministratore revocato, ma anche) per la società stessa.

Pur dovendosi ritenere che, in via generale, l'amministratore revocato conservi la legittimazione ad impugnare la delibera di revoca che ritenga essere invalida, va, tuttavia, precisato che, in presenza di un organo gestorio collegiale, una tale legittimazione compete al consiglio di amministrazione e non al singolo amministratore. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale