Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26199 - pubb. 23/11/2021

L'APE Edile è equiparabile agli scatti di anzianità?

Tribunale Catania, 14 Ottobre 2021. Pres. Sciacca. Est. Bellia.


APE Edile – Anzianità Professionale Edile – Scatti di anzianità – Privilegio



L’APE Edile – Anzianità Professionale Edile – è un istituto contrattuale, previsto da tutti i Contratti nazionali di lavoro del settore edile, a mezzo del quale si riconosce all’operaio l’anzianità di servizio maturata nell’ambito di ciascun biennio in cui il lavoratore possa fare valere almeno 2100 ore lavorative;
detto istituto svolge pertanto la funzione di remunerare l'anzianità professionale alla stregua degli scatti di anzianità previsti per altre categorie di dipendenti di cui, a causa della frequente mobilità della manodopera e la ridotta permanenza dei lavoratori presso la medesima impresa, questi non potrebbero altrimenti beneficiare.

Il meccanismo è quindi equiparabile ai c.d. scatti di anzianità che consistono nella maggiorazione della retribuzione base proporzionata alla durata del servizio e connotata, come tutti gli emolumenti di natura retributiva, dalla corrispettività rispetto all'erogazione della prestazione lavorativa e dall'obbligatorietà in dipendenza della legge o del contratto, con la conseguenza che i relativi importi vanno ammessi al passivo con il privilegio  di cui all'art. 2751-bis n. 1 c.c.. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale